Tinte naturali: composizione e modalità di utilizzo

 

Le tinte naturali, o erbe tintorie, si ottengono grazie al procedimento di macerazione di foglie o radici di piante, che contengono al loro interno un pigmento colorante che tinge i capelli.

La preparazione della tinta naturale prevede che la polvere colorante sia sciolta in acqua calda fino a quando non si forma una pastella, che deve avere più o meno la stessa consistenza di una crema e che si lascia macerare per circa 20 minuti, per poter consentire il massimo rilascio del pigmento tintorio.

A questo punto, esattamente come previsto per le tinte chimiche, si distribuisce la pastella ottenuta su tutta la capigliatura, e la si lascia in posa per il tempo necessario. Le tinte naturali, in genere, richiedono dei tempi di posa più lunghi rispetto a quelle di tipo tradizionale, in quanto il rilascio di colore avviene in maniera graduale, senza aggredire il capello. A questo punto si procede normalmente al risciacquo e all’asciugatura.

Le tinte naturali permettono di cambiare colore rinnovare il proprio aspetto, e al tempo stesso sono un vero e proprio trattamento di bellezza in quanto nutrono il capello in profondità.
Le colorazioni naturali avvolgono esternamente il capello e, a differenza delle tinte chimiche, non penetrano direttamente nella radice; si combinano con il colore naturale di partenza tirando fuori una tonalità sempre nuova e personalizzata.
Le tinte naturali inoltre non contengono conservanti, profumi, né alcun tipo di sostanza chimica, e per questo motivo hanno anche un impatto ambientale del tutto diverso in quanto non inquinano, a differenza delle tinte chimiche che contengono sostanze tossiche non biodegradabili.

33100 Hairdress utilizza tinte naturali per permettere a tutti di cambiare con naturalezza, e prendersi cura dei propri capelli con prodotti che oltre a nutrire i capelli, rispettano anche l’ambiente.

 

Tutti i vantaggi delle tinte naturali – Come agiscono sul capello? 

Le tinte tradizionali sono un valido rimedio per coprire i capelli bianchi, ma contengono sostanze aggressive potenzialmente dannose, come ad esempio l’ammoniaca e la formaldeide, che per poter colorare il capello devono penetrare all’interno della corteccia e distruggere i pigmenti naturali di melanina.
Le sostanze contenute nelle tinte non rivestono solamente la parte esterna del capello, ma penetrano all’interno del capello fino ad arrivare al bulbo pilifero e quindi ai capillari che lo irrorano per mezzo dei vasi sanguigni. Ciò significa che, se all’interno della colorazione sono presenti sostanze dannose o allergizzanti, saranno trasportate dal capello a tutto l’organismo.

Tutto questo non avviene con le tinte naturali, che sono un vero e proprio trattamento di bellezza per i capelli, in quanto oltre a tingerli li nutrono in profondità tramite un’azione benefica che li rende più forti e voluminosi, senza nessuna controindicazione per la salute o per l’ambiente.

Le colorazioni naturali non alterano la struttura del capello, ma lo colorano secondo il principio del “tono su tono”. Questo significa che il colore originale non viene completamente modificato; l’erba tintoria va semplicemente ad “aggiungersi” al colore di partenza, creandone uno nuovo senza alterare la struttura del capello. Il colore di partenza viene sommato alla colorazione naturale, creando così dei riflessi di colore unici.

 

Tra gli altri numerosi vantaggi delle colorazioni naturali possiamo trovare:

  • sono sicure in gravidanza: in genere durante la gravidanza non è permesso utilizzare tinte contenenti ammoniaca, in quanto le sostanze tossiche in esse contenute possono raggiungere il resto dell’organismo. Quelle naturali invece non presentano alcun rischio, né per la mamma né per il bambino
  • non irritano il cuoio capelluto in quanto non penetrano in profondità, rivestono solo la parte esterna del capello formando una sorta di pellicola
  • rendono i capelli più morbidi e più lucidi, migliorandone notevolmente l’aspetto

 

Le colorazioni naturali prevedono dunque che il colore si depositi solo sulla parte esterna del capello, e non all’interno. Le tinte naturali sono un’ottima soluzione anche per chi ha problemi di capelli grassi, in quanto svolgono un’azione purificante ed aiutano a riequilibrare lo stato naturale della cute.

Alcune tipologie di tinte naturali come l’hennè, sono in grado di ispessire il capello, rendendolo più forte e voluminoso, in quanto i pigmenti coloranti di queste erbe avvolgono il capello e si legano chimicamente alla cheratina, riempiendo così le squame dei capelli senza danneggiarle. Il risultato è un fusto del capello più spesso e corposo, senza effetti collaterali.

Contacts

Invia